Loading

RUINART NETWORK

PER FAVORE INDICATE IL VOSTRO PAESE E LA VOSTRA DATA

Per accedere al sito dovete avere l’età legale prevista nel vostro paese. Se non esistono tali leggi nel vostro paese, dovete avere più di 21 anni per visitare il sito.

Cliccando sul pulsante, accettate i termini e le condizioni del sito www.ruinartnetwork.com.
L'abuso di alcool è pericoloso per la vostra salute. Moët Hennessy Italia e Ruinart promuovono il consumo responsabile dei propri prodotti.

E' vietato ogni inoltro dei contenuti di questa pagina a utenti che non hanno l'età legale per consumare e/o acquistare alcolici nel proprio Paese o a utenti che risiedono in un Paese che limita oppure vieta la promozione di bevande alcoliche.
Moët Hennessy è membro del Forum Europeo per il Consumo Responsabile (www.efrd.org), DISCUS (www.discus.org) e Enterprise & Prévention (www.soifdevivre.com).

Per ulteriori informazioni su alcool e il bere in modo responsabile, visitate il sito CEEV.
wineinmoderation.eu

I LOCALI

Antica Corona Reale

Questo luogo è un vero Reale della Gastronomia piemontese e più che antico sarebbe giusto parlare di “storico”. Sono “solo” 195 anni, infatti, che il ristorante della famiglia Vivalda è aperto sulla statale 231 che unisce località oramai entrate nell’immaginario collettivo della grande gastronomia mondiale: Asti, Alba, Bra, Cuneo.
E nel piccolo borgo di Cervere, a metà strada tra Bra e Fossano, l’Antica Corona Reale sembra dominare e perpetrare da sempre la migliore tradizione culinaria del Piemonte. Il ristorante apre i battenti, quindi, quasi due secoli fa: oggi siamo alla quinta generazione, rappresentata da Gian Piero Vivalda. Il padre Renzo è ancora una colonna dell’Antica Corona, ma è proprio con Gian Piero che il locale ha visto una rinascita inaspettata quasi vent’anni fa. Il suo ingresso ha segnato una decisa svolta verso la qualitàtout court, la ferrea tradizione, la volontà di offrire un servizio di categoria “stellata” e superiore rispetto al passato.

La sua tenacia nel convincere tutti che quella era la strada giusta da intraprendere l’ha premiato con riconoscimenti universali e trasversali, ed ha regalato a tutti i clienti dell’Antica Corona Reale un gioiello del buon gusto difficile da imitare. La territorialità entra diretta in cucina, con raffinate materie prime, una corposa brigata a trasformarle in delizie immortali come Agnolotti, Finanziera, Tajarin al tartufo bianco di Alba, brasato al Barolo, il mitico porro, le lumache, le rane. C’è un dizionario di storia della gastronomia recitato nel menù dell’Antica Corona Reale. E siccome di nobiltà si parla la lista dei vini non poteva che essere sontuosa e ricca come poche.

RESTA IN CONTATTO CON

RUINART NETWORK

Ricevi in anteprima le ultime novità sui prodotti, eventi e nuovi locali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER